ROMERO BRITTO

barbara | giugno 15th, 2011 - 11:25

La sensazione che si prova dinanzi alle opere di Romero Britto è quella di un divertente capovolgimento del reale, come se assistessimo all’invasione di cartoni animati nel nostro mondo, ritagliati nei loro contorni neri dalle forbici di chissà quale creatura magica. Fiori giganti, farfalle, gatti, cani, coccodrilli sorridenti, cuori che inneggiano all’amore -tutti rigorosamente caratterizzati da colori squillanti, pulsanti, vivi- sembrano provenire da un universo fantastico, sicuramente molto diverso dal nostro, dove non esistono il dolore e la tristezza, ma solo sentimenti positivi, il candore e la spensieratezza che contraddistinguono l’infanzia. E l’intento dell’artista è proprio quello di distoglierci per un momento dalle brutture che assillano il nostro vivere quotidiano, regalarci una ventata di buon umore, di solarità e speranza per il futuro. Per Britto l’arte ha un forte potere rasserenante e tutti devono poterne fruire liberamente: in quest’ottica si colloca l’installazione di molte sue sculture in oltre venti città sparse in tutto il mondo. E’ l’arte che va in strada, verso la gente e non rimane chiusa staticamente ed esclusivamente tra le mura di un museo.

Originario del Brasile, nel 1983 intraprende un viaggio in Europa per studiare l’arte dei grandi Maestri. Dopo aver esposto in diverse gallerie, viene incoraggiato ad intraprendere un viaggio negli U.S.A., culla della Pop Art. A Miami apre così un suo spazio espositivo, riscuotendo un enorme successo. Nel 1989 Absolut Vodka lo seleziona come designer del proprio logo, accostando così il suo nome a quello di grandi Maestri, quali Warhol e Haring, che si occuparono della campagna del famoso marchio.

Ha realizzato i ritratti di moltissimi personaggi del mondo della politica, del business e dello spettacolo: Dustin Hoffman,  Arnold Schwarzenegger, Michael Jordan, Gloria Estefan, Andre Agassi, Eileen Guggenheim. Tra questi anche il leggendario commerciante d’arte e fondatore dell’Art Basel, Ernst Beyeler, adesso esposto nella Foundation Beyeler, il museo svizzero che ospita anche le opere di Klee, Cézanne, Picasso, Monet, Matisse e Giacometti.

In questo mix di cubismo, graffitismo e pop art, Romero Britto è riuscito a dar vita ad un linguaggio pittorico del tutto originale, senza precedenti, garantendo un apporto di alto spessore alla storia dell’arte.

WORKS

PRESENTAZIONE DELLA FORD KA FIRMATA DA BRITTO @ FORD STORE

Catalogo_pdf.

Press Release

All Artwork © 2011 Romero Britto

WordPress Themes